Immigrato scarcerato esce di prigione e stupra l'ex compagna

Immigrato scarcerato esce di prigione e stupra l'ex compagna

In manette. Un uomo di 36 anni, originario del Niger, irregolare e con precedenti per droga, è stato arrestato, a Milano, con l'accusa di aver segregato, picchiato e violentato una donna con la quale aveva avuto in passato una relazione, dopo essere entrato con la forza nell'appartamento di lei, a Opera (Milano). La vittima, una badante congolese di 31 anni, dopo i fatti si era recata a querelarlo ma, minacciata, aveva deciso di rimettere la denuncia (non sapendo che per i reati gravi si procede comunque d'ufficio).



L'uomo è stato bloccato grazie a un carabiniere che, per telefono, assecondando lei e il suo persecutore, li ha fatti arrivare entrambi al comando dell'Arma dove l'uomo è stato arrestato e lei ha ammesso di essere stata spinta da lui a ritirare la denuncia. Il nigerino, che era stato scarcerato a maggio e si era già presentato a casa della donna molestandola, dopo la violenza ha lasciato l'appartamento. Lei allora è andata a denunciare i fatti, prima di recarsi in clinica dove è stata accertato lo stupro.

Il giorno dopo però ha telefonato alla stazione dei carabinieri annunciando di voler ritirare tutto e un militare, con malizia, l'ha assecondata dicendo a entrambi di presentarsi per l'atto. Quando l'uomo è giunto in caserma con la vittima, è stato arrestato dai carabinieri, che fino a quel momento non erano ancora riusciti a identificarlo perché aveva dato un nome falso alla sua ex compagna e utilizzava il telefono di un conoscente. Ora si trova nel carcere di San Vittore. 
Mercoledì 13 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-12-14 17:54:02
Dunque immigrato irregolare che esce dalla prigione a maggio e non viene rimpatriato. Davvero preoccupante.
2017-12-13 15:28:10
Fuori dal nostro paese problema risolto
DALLA HOME