Figlia morta, Facebook chiude il profilo. La mamma disperata: "Amavo rileggerla"
di Barbara Turetta

Figlia morta, Facebook chiude il profilo. La mamma disperata: "Amavo rileggerla"

  • 1,5 mila
    share
LIMENA (PD) - Entrare nel profilo facebook di Jessica era per la mamma un po' come sfogliare le pagine del diario della figlia. Era un modo per tornare indietro nel tempo, per tonare da lei, anche se virtualmente. L'occasione di rileggere i post e i commenti che l'amata figlia ha lasciato in questi anni, sentendola così ancora più vicina. 
Ed era anche il modo più immediato per leggere le notifiche, i messaggi che ancora oggi, a distanza di un anno dalla scomparsa della studentessa ventiseienne di Limena, morta a settembre dell'anno scorso dopo aver combattuto per tre anni contro la malattia, venivano lasciati nel suo profilo da chi l'ha conosciuta. 
Ma da mercoledì pomeriggio la mamma Consuelo Zoja non può più accedere al profilo della figlia. Forse la segnalazione che si trattava di un profilo di un utente deceduto ha dato il via alla chiusura. Account e password, ovviamente condivisi a suo tempo con Jessica, non vengono più accettati. In automatico è stato generato il profilo In memoria di Jessica Tellatin, ma alla mamma è stata tolta la possibilità di entrare in quello che la figlia si era creata alcuni anni fa. 
Lo sfogo è quello comprensibile di una mamma che ora non riesce più a vivere quei brevi istanti di pausa da un dolore devastante. L'ultimo accesso mercoledì pomeriggio, come faceva anche quando Jessica era accanto a lei, per svagarsi un po', ma poco dopo la password non viene più accettata. Così da un momento all'altro la mamma non può più rileggere i pensieri di Jessica, o vedere le foto che aveva postato e che entrando nel profilo poteva condividere. 
«Facebook mi ha portato via Jessica ha racconta la mamma ieri mattina tanto arrabbiata quanto triste -, c'erano foto e frasi postate da lei in questi anni che non potrò più rivedere. Anche quando Jessica era qui con me entravo nel suo profilo, e lei faceva lo stesso con il mio. Non essendo molto abile con queste cose lei controllava che non facessi condivisioni poco opportune. Dopo la sua scomparsa l'accesso virtuale mi dava l'idea di averla ancora qui. Sembra una stupidaggine, ma per me significava tutto. E' un gran dolore». 
Ieri pomeriggio il nipote di Consuelo ha cercato di capire cos'è accaduto. Ha inviato un messaggio al centro assistenza di facebook per chiedere che venga riattivato il profilo di Jessica, a cui tanto era legata la mamma. E la risposta fa sperare che la segnalazione venga esaminata, in base alle normative del social network. 
 
Venerdì 13 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 20:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-10-14 10:09:03
c è il profilo aperto di mio cugino e di due cari amici morti guai chi si permette di chiuderli siete sempre nel mio
2017-10-14 06:56:17
Invece di andare a chiudere tuti i milioni di profili falsi si preoccupano di chiudere questo ridicoli .
2017-10-13 19:29:50
Vergogna Facebook. Togliere la possibilità ad una madre di rivivere la propria figlia (deceduta in giovane età - R.I.P.) tramite i pensieri da lei scritti e le foto che aveva messo sul suo profilo facebook.
DALLA HOME