Le Iene, scandalo Brizzi. Neri Parenti: "Fausto è un amico, ci crederò solo se me lo dirà lui"

  • 65
    share
Fausto Brizzi, il noto regista italiano, è stato accusato di molestie da almeno dieci attrici anche grazie alle inchieste delle Iene. Anche stasera la trasmissione di Italia Uno ha dedicato un servizio allo scandalo abusi sessuali nel mondo dello spettacolo. Stavolta la iena Dino Giarrusso ha ascoltato il parere di attrici e showgirl affermate. Queste le loro dichiarazioni a riguardo.

Alba Parietti: "Molestata da un famoso produttore a 17 anni, ma niente nomi, ho paura" (LEGGI)
Alessia Marcuzzi: "Se è successo, Brizzi va punito. C'è una grave patologia che va curata. Le ragazze mi sembravano molto sofferenti, credibili".
Paola Barale: "Weinstein lo appenderei nudo a testa in giù sul red carpet circondato da maiali come lui. Denunciare gli uomini con atteggiamenti da padroni".
Cristiana Capotondi: "Con me Brizzi si è sempre comportato da gentiluomo. I giornali non sono i luoghi preposti per fare giustizia",
Carolina Crescentini: "Tutto ciò fa schifo. Ma non si fanno i provini a casa di un regista".
Isabella Ferrari: "Non mi è mai successo, c'è sempre stata l'avances. Un mondo che non ho mai conosciuto ma per fortuna è venuto fuori. Il coraggio di queste ragazze è una nuova rivoluzione che può portare altre donne a denunciare abusi. E' finita l'epoca 'sì, però'".
 


L'ultimo a prendere parola è stato il regista Neri Parenti, che in radio ha dichiarato: "Io una di quelle signorine non le prenderò mai nei miei film", riferendosi alle due donne che hanno denunciato a viso scoperto Brizzi, l'ex Miss italia Clarissa Marchese e la modella Alessandra Giulia Bassi. "C'è stato un equivoco - ha spiegato il regista -, io sono amico di Fausto, non le credo e quindi persone che per me stanno mentendo non le prenderei. Ci crederò solamente quando Fausto me lo dirà. Se succederà gli dirò che è uno stronzo". 
Martedì 14 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15-11-2017 12:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-11-16 16:49:32
Le violenze si denunciano a tempo debito ai Carabinieri, non anni dopo ai giornali. Alle avances non gradite basta dire di no. Anche ammesso che Brizzi, che io ho conosciuto come una persona per bene, abbia fatto un'avance a qualche attricetta, dove sta il reato? E' il caso di distruggerlo? Ricordiamoci di Enzo Tortora e di Mia Martini
DALLA HOME