Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Venerdì 28 Aprile 2017 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Ladro ucciso, il fratello in tv su Rai2: "Non meritava di morire, voglio giustizia" -VIDEO

20 COMMENTI

Venerdì 17 Marzo 2017, 12:34

«Noi a 12, 13 anni abbiamo iniziato a lavorare come lavora un adulto. In Romania il lavoro c'è ma si guadagna davvero poco. Il problema è che noi, giovani, vogliamo più soldi. Tutti partiamo per questo motivo, non solo lui». Si è espresso così, intervistato ieri sera nell'ambito della trasmissione Rai Nemo - Nessuno Escluso, Victor Ungureanu, il fratello del ladro ucciso da un ristoratore a Casaletto Lodigiano.  «Io non credo che lui sia andato via da casa per fare soldi in maniera disonesta - ha aggiunto - e non mi spiego come sia potuto arrivare fino a questo punto. Lui era un lavoratore onesto, timido, rispettava chiunque, dal grande al piccolo. Mio fratello non era un ladro. Sono molto deluso da quello che ha fatto. Chi ha sparato a mio fratello mi ha provocato un grandissimo dolore, sia a me sia alla mia famiglia. Non voglio nulla da lui, non provo niente. Voglio che la giustizia faccia il suo corso. Non come stanno dicendo ora che sono venuto qua a prendermi i soldi del risarcimento. Mio fratello si meritava una pena del genere per quello che ha fatto? Si meritava questa fine? Io non credo che se una persona sbaglia abbiamo il diritto di togliergli la vita. Qualsiasi cosa faccia». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO


PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

10 di 20 commenti presenti
2017-03-18 07:32:33
Ho dimenticavo che siano italiani o stranieri in generale.
2017-03-17 17:47:50
Ma no, certo! Facciamoli entrare tutti in casa nostra a fare man bassa! Non c'è problema! Le case degli italiani non sono più proprietà private, ma bancomat a disposizione dei signori ladri che, poverini, hanno dovuto iniziare a lavorare presto (Noi invece, ci siamo spupazzati!). Ora il mondo si è rigirato, i delinquenti ladri devono essere risarciti! Che vuoi che sia violere la casa altrui, derubare i sacrifici degli altri, loro hanno bisogno! Che non li facciamo entrare? Italia ridicola, con leggi e magistrati da barzelletta! Punto.
2017-03-17 17:32:39
SIAMO ALLA FOLLIA PURA!!!!!! "Se una persona sbaglia"?????????? Ma fare una rapina presso una proprietà privata quasi certamente a mano armata è SBAGLIARE?!?!?!?!?!?! STIAMO SCHERZANDO?????? FOLLIA
2017-03-17 17:21:51
La gente è stanca di essere derubata picchiata e persino uccisa da gente senza scrupoli come il romeno e i suoi complici che poteva finire diversamente.
2017-03-17 17:18:50
Caro sig. fratello, perché non è rimasto a casa, invece di andare a rubare? Per casa intendo il vostro paese. Quante rapine fatte sono finite nella morte del rapinato? Suo fratello è morto nello svolgere il suo LAVORO. Poteva sottoscrivere un'assicurazione per incidenti sul lavoro.
2017-03-17 16:48:17
Deicide non ha tutti i torti, la legittima difesa è un argomento delicato e "ammorbidendo" le leggi vigenti si corre il rischio di finire nel far west. In questi giorni è stato assolto il tabaccaio della provincia di Venezia che uccise un rapinatore. In primo grado era stato condannato a 2 anni e la notizia ha fatto indignare tutti, ora che l'hanno assolto nessuno ne parla, infatti quando le cose "funzionano" non fanno notizia. Quindi non è vero che la nostra legge non è adeguata, semplicemente si valuta caso per caso, per come la vedo io la difesa è legittima quando proporzionata all'offesa, ma anche in questo caso la giustizia farà il suo corso. Faccio presente che se ci fosse una legge che permettesse di difendersi in qualsiasi modo nella propria proprietà privata, i bambini sarebbero i primi ad essere in pericolo.
2017-03-17 16:27:24
Deicide, ognuno dice la sua, tu hai espresso la tua opinione in merito, e loro hanno espresso le loro idee sull'argomento. Ma non arrogarti l'idea di essere l'unico a dir cose giuste e vere in corretto modo. In quanto poi al pollice verso, se non ti interessasse seriamente non ne parleresti affatto. dicendo che sono (cose da bambino). Se ci sono, vuole dire che si posso usare, a favore o contro; altrimenti non ci sarebbero. Vuoi una frase di senso compiuto in italiano? La penna si trova sul tavolo!
2017-03-17 16:17:53
ma scusa deicide cosa stai dicendo?che c'entra straniero o italiano..quando uno è delinquente è delinquente punto e basta.Io credo che il signore non abbia presentato i documenti e quindi il proprietario gli abbia sparato apposta mentre se era italiano gli offriva un caffè.ma cosa vai dicendo?sono xò d'accordo con te sul fatto che non si debba sparare a nessuno ma se permetti la paura fa 90 e se di notte sento qualcuno entrare in casa mia senza il mio permesso con la paura che possa fare del male ai miei figli beh!sinceramente non so cosa farei.mi dispiace mi è stato insegnato di stare nel mio e di non entrare da nessuna parte senza prima bussare e poi essere accolto.è questione di educazione e rispetto e non venirmi a dire che era un problema di fame xchè non ci credo.conosco gente straniera onesta che se non trova più lavoro qui da noi si trasferisce altrove con la famiglia.
2017-03-17 16:17:43
@Marco70:come ho già detto, "voi" puntate il dito solo contro gli stranieri, ma di criminali italiani ce ne sono molti di più! la cosa giusta non la trovi?ti aiuto con un semplice copia e incolla: "Chi ha sparato a mio fratello mi ha provocato un grandissimo dolore, sia a me sia alla mia famiglia. Non voglio nulla da lui, non provo niente. Voglio che la giustizia faccia il suo corso. Non come stanno dicendo ora che sono venuto qua a prendermi i soldi del risarcimento. Mio fratello si meritava una pena del genere per quello che ha fatto? Si meritava questa fine? Io non credo che se una persona sbaglia abbiamo il diritto di togliergli la vita. Qualsiasi cosa faccia"!!!!! parole sante!indipendentemente se è straniero o no! perchè invece di puntare il dito e accanirti con gli stranieri non pensi di risanare un posto come corviale? anzi, parliamo proprio di corviale!vieni che ti ci faccio fare un bel giretto! e poi, ripeto, come è provato, gli ha sparato alla schiena! se tuo fratello entrasse in casa mia, e mentre scappa io gli sparassi alla schiena?mi diresti che ho fatto bene perchè tuo fratello è un ladro?non fare l'ipocrita e rispondi sinceramente, tanto sei dietro una tastiera!non ti succede nulla se dici la verità!XD oppure vogliamo fare come in america, armi a tutti?è la soluzione migliore per te?giustizia privata? a volte dai discorsi e commenti che leggo mi sembra di essere tornato nel basso medioevo....
2017-03-17 16:02:19
Il "poveretto" sta al cimitero, chi ha sparatolo lo avrà sulla coscienza per tutta la vita e non sarà facile dimenticare. E' ovvio , non ho mai sentito il contrario neanche per gli Italiani, per il fratello è il solito Santo lavoratore, bravo ragazzo, tutto casa e Chiesa. Caro fratello dovevi stargli più vicino e capire ma tu sai benissimo che l'Italia non è la Romania, in Italia siamo più civili, più democratici, se lo avessero preso al suo paese, altro che fucilazione, sarebbe sbattuto in carcere per almeno venti anni. E infatti venite tutti qui perchè da noi prendete anche i "rimborsi" e non rischiate nulla. Peccato però che ogni tanto ci scappa il morto, o ammazzato o attaccato ai cavi di rame che stava rubando.