Violenta la compagna incinta con una bottiglia, lei perde il bambino: "Lui credeva non fosse suo"

Violenta la compagna incinta con una bottiglia, lei perde il bambino: "Lui credeva non fosse suo"

  • 1,2 mila
    share
Violenta la compagna incinta con una bottiglia, lei perde il bambino: "Lui credeva non fosse suo".

Una donna incinta ha raccontato la terribile violenza che è stata costretta a subire: non solo è stata abusata sessualmente, ma il suo stupratore ha usato diversi oggetti per farlo, tra cui una bottiglia di vetro, causa del suo aborto.





Dopo lo stupro la donna ha iniziato a stare male e il giorno seguente, come riporta Metro, ha perso il bimbo. Questa vittima è stata solo l'ultima di una lunga serie, sembra che Michael Banks Grey, 50enne scozzese, abbia violentato 18 donne negli ultimi 25 anni. Tutto è scattato dopo la denuncia di una delle vittime, come spronate piano piano, altre donne si sono fatte avanti ognuna raccontando di molestie, violenze fisiche e stupri, tra questi anche la storia di una signora che, appunto, ha perso il suo bambino a causa di Grey.

«Avrei voluto avere più coraggio e denunciarlo prima», ha raccontato la vittima, «ma ero terrorizzata». La donna ha spiegato di aver avuto una relazione con il suo stupratore, poco prima aveva scoperto di essere incinta, ma lui insinuava che fosse di un altro uomo, così l'ha violentata e le ha fatto perdere il bimbo.

Ora Grey, per questa e altre violenze, sta per essere sottoposto a un processo
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME