Uccide un ragazzo autistico aiutata dalla sua amante, poi la tortura ispirandosi alla serie tv "Dexeter"

Uccide un ragazzo autistico aiutata dalla sua amante, poi la tortura ispirandosi alla serie tv "Dexeter"

  • 4
    share
Uccide un adolescente autistico spinta dalla sua amante e poi la tortura anche lei prendendo ispirazione da una serie tv. Jemma Victoria Lilley, 26 anni, e l' amante Trudi Clare Lenon, di 43 anni, hanno ucciso il 18enne malato di autismo, Kim Michelle Taylor, in una casa di Orelia, in Australia.



Il giovane è stato facilmente adescato dalle due donne che lo hanno ucciso e poi sepolto nel cortile, subito dopo però la Lilley ha deciso di avere un rapporto sadomasochista con la Taylor, torturandola nel corso del rapporto. Le due avevano da tempo una relazione: si erano scambiate messaggi erotici ed avevano avuto degli incontri mai però scaturiti in un vero e proprio rapporto sessuale.

Secondo quanto riporta il Daily Mail, la 26enne avrebbe preso ispirazione dal telefilm Dexter, che racconta la storia di un poliziotto che è anche un assassino seriale. La giovane ha prima  cercato di soffocare l'amante durante il gioco sadomaso per poi tagliarla con un coltello. La Lilley si trova ora a processo, dopo che è stato trovato il cadavere del 18enne, coinvolta insieme alla sua ex amante. Lennon nega ogni accusa, dicendo che ogni iniziativa era opera della ragazza e che lei si è solo ritrovata coinvolta nei suoi giochi.
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-10-2017 09:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME