Kabul, strage all'hotel degli stranieri: 43 morti. I talebani rivendicano. Hostess e steward massacrati

  • 2
    share
Con il passare delle ore si comprende che forse le parole dei talebani, che hanno rivendicato la strage all'Hotel Intercontinental di Kabul non sono solo propaganda. I morti potrebbero essere 43, ha detto una «fonte credibile della sicurezza» alla tv Tolo. Finora i portavoce del ministero dell'Interno hanno ammesso solo sei vittime, anche se altre fonti anonime hanno alzato il bilancio a 18 morti. Intanto un responsabile della compagnia Kam Air ha comunicato a 1TvNews che undici suoi dipendenti, fra cui cittadini ucraini e venezuelani, sono stati uccisi dai terroristi, eliminati a loro volta dalle forze governative. Gli assalitori sono entrati nelle cucine dell'albergo sparando all'impazzata sui clienti e spostandosi poi nei vari piani dell'edificio mentre la gente terrorizzata cercava riparo nelle stanze piombate improvvisamente nel buio. Secondo una ricostruzione, l'attacco doveva essere fatto venerdi, ma c'era una cerimonia di nozze con sposi e decine di invitati. Così i terroristi hanno avuto pietà e rimandato la strage. 



Durante l'attacco all'Hotel Intercontinental di Kabul gli assalitori armati bussavano alle porte delle camere chiedendo di stranieri e di membri del governo afghano per ucciderli. Lo ha detto Mumtaz Ahmad, un impiegato del ministero della Comunicazione afghano che si trovava nell'albergo durante l'attacco dei terroristi, subito dopo essere stato messo in salvo dalle forze di sicurezza di Kabul. Ahmad, che ha trascorso 12 ore barricato con molti altri nella stanza del direttore dell'albergo protetta dalle sue guardia, ha detto di aver visto uomini armati che correvano al piano terra. Si trovava nell'Hotel per partecipare ad una conferenza ministeriale


In un tweet, il ministero degli Esteri americano scriveva: «Allerta sicurezza a Kabul. Notizie che gruppi estremisti potrebbero preparare un attacco contro hotel a Kabul, come l'hotel Baron vicino all'aeroporto Hamid Karzai». Un obiettivo sensibile, l'Intercontinental, che ospita di frequente incontri internazionali.


UN TESTIMONE: "PERSONE GETTATE DALLE FINESTRE"   Un giornalista della tv Tolo ha riferito che secondo un uomo riuscito a fuggire gli attaccanti, sparando, hanno gettato alcuni ospiti fuori dalle finestre del terzo e quarto piano, al grido di 'Allah u Akbar'.

Sabato 20 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 21-01-2018 17:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME