Volo in ritardo, il... cane chiede 400 euro di risarcimento alla compagnia aerea

Volo in ritardo, il... cane chiede 400 euro di risarcimento alla compagnia aerea

Un cane ha presentato ufficialmente una richiesta di risarcimento danni per 400 euro alla compagnia aerea olandese KLM. Sì, avete capito bene: è stato proprio il cane Tony a chiedere ufficialmente il rimborso, dal momento che la sua proprietaria ha presentato due reclami distinti, per se stessa e per il suo amico a quattro zampe.

Come riporta il sito del Telegraaf, si tratta della prima volta in cui un cane presenta ufficialmente una richiesta simile alla compagnia di bandiera olandese.



Secondo quanto sostenuto dalla proprietaria di Tony, il cane sarebbe stato posto nella stiva al sole mentre il volo, per un problema tecnico, veniva ritardato di ben sei ore e solo dopo la sua richiesta sarebbe stato spostato in un punto meno caldo. Victor Loonstein, il legale che si sta occupando del caso per conto della donna, ha spiegato: «L'animale ha sofferto più di quanto avrebbe potuto fare un essere umano, siamo pronti a portare questa faccenda in tribunale».

La KLM, intanto, ha commentato solo dopo aver ricevuto la richiesta ufficiale e attraverso una portavoce: «Prendiamo molto sul serio ogni caso, compreso questo».
Sabato 12 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 19:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME