"Noi donne marchiate a fuoco", attrice denuncia il gruppo di auto-aiuto: "È una setta"
di Rachele Grandinetti

"Noi donne marchiate a fuoco", attrice denuncia il gruppo di auto-aiuto: "È una setta"

  • 7
    share
Si chiama Nxvim ed è una società fondata nel 1998 da Keith Raniere con l’intento di vendere seminari di auto-aiuto. O almeno questo è quello che gli adepti hanno lasciato credere fino a quando, un paio di giorni fa, il New York Times ha pubblicato l’intervista di un’ex iscritta che ha raccontato cosa si cela sotto le apparenze. Una storia pesante quella di Sarah Edmondson, l’attrice canadese che ha scelto di venire allo scoperto e denunciare la società che, ad oggi, ha rigettato tutte le accuse. Ma la Edmondson non è stata la sola a far sentire la propria voce: al coro, infatti, si sono uniti altri ex membri che hanno dichiarato di aver subito abusi fisici e psicologici.





Perché di questo si trattava: un cerchio stretto in nome di una sorellanza per andare oltre le debolezze femminili come l’emotività o la tendenza a riconoscersi come vittime.

 


Una vera setta, insomma, con tanto di rituale: le affiliate, infatti, dovevano prestarsi ad una marchiatura a fuoco sull’inguine. In questo “circolo” vigeva poi una piramide che definiva i ruoli: per cui tra padrone e schiave esistevano delle regole e chi trasgrediva era punito fisicamente (col tempo, poi, venivano creati dei sottogruppi formati da una padrona e sei schiave che, a loro volta, sarebbero diventate padrone di altre schiave).





Non si tratta di una ristretta cerchia se si considera che la società conta circa 16mila persone che, nel tempo, hanno preso parte ai “seminari” e poi hanno scelto di iscriversi. Molti, a quanto pare, hanno tenuto taciute le vicende perché sotto ricatto: pare che siano tanti i membri che hanno ceduto addirittura la propria carriera in cambio di materiale compromettente.

 

L’attrice e le altre due donne che hanno deciso di raccontare la verità sulla Nxvim sono state denunciate per calunnia ma il tam tam della storia pare raccontare soltanto l’inizio di quello che potrebbe essere un grosso scandalo.



Venerdì 20 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-10-2017 16:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME