Boeri: "Tornare a pre-Fornero costerebbe 85 miliardi". Bonus mamma anche alle straniere con permesso breve

Boeri: "Tornare a pre-Fornero costerebbe 85 miliardi". Bonus mamma anche alle straniere con permesso breve

Ripristinare le condizioni di accesso alla pensione precedenti la riforma Fornero costerebbe inizialmente 14 miliardi l'anno e a regime 20 miliardi. Lo ha detto il presidente dell'Inps, Tito Boeri, spiegando che il debito implicito previdenziale sarebbe pari a 5 punti di Pil, ovvero circa 85 miliardi di euro.

PENSIONI, PUBBLICITÀ INGANNEVOLE In questa campagna elettorale c'è stata «molta pubblicità ingannevole» sulle pensioni, ha detto il presidente dell'Inps, Tito Boeri spiegando che «abolire la legge Fornero sulla previdenza è impossibile». Si potrebbero «ripristinare le condizioni all'accesso alla pensione precedenti la riforma Fornero - spiega a margine della presentazione del simulatore Inps per l'accesso all'Ape volontaria - come 40 anni di anzianità contributiva e quota 98 tra età e contributi ma questo costerebbe 14 miliardi inizialmente e 20 miliardi l'anno a regime. Il debito previdenziale supplementare sarebbe di cinque punti di Pil, circa 85 miliardi». In un Paese «con un alto debito pubblico - conclude - dovrebbero essere presentate proposte complete, magari con qualcuno come l'Upb che possa fare valutazioni». 

APE VOLONTARIA, PLATEA DI 300MILA PERSONE Le persone che potranno chiedere l'ape volontaria nel 2018 sono 300.000. Lo ha detto, presentando il simulatore per la richiesta del prestito pensionistico, il presidente dell'Inps, Tito Boeri, aggiungendo che l'anno prossimo le persone che potranno accedere al prestito saranno altre 115.000. Da oggi è possibile presentare la domanda di certificazione che apre il percorso di richiesta dell'Ape.

BONUS MAMMA ANCHE ALLE STRANIERE L'Inps erogherà il «bonus mamma domani» (800 euro una tantum) anche alle straniere con permesso di soggiorno breve. Lo ha detto il presidente dell'Inps, Tito Boeri, spiegando che è stato pubblicato il messaggio che dà attuazione alle sentenze dei mesi scorsi sulla materia. Il premio alla nascita quindi sarà dato anche alle persone con permesso di soggiorno a scadenza che hanno avuto o adottato un bambino dal primo gennaio 2017. Si tratta di circa il 5% delle nascite, circa 24.500 persone nel complesso. Il costo supplementare è di circa 18 milioni. 

Martedì 13 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-02-15 12:54:01
Cioè, da quello che ho capito, una straniera che è sbarcata l'altro ieri con un figlio e non ha pagato nemmeno un euro di tasse, ha diritto al bonus bebe. quindi quel bonus, è fonte dei pagamenti delle nostre tasse....giusto?
DALLA HOME