Pizza patrimonio dell'Unesco, il New York Times elogia Napoli e Sorbillo

Pizza patrimonio dell'Unesco, il New York Times elogia Napoli e Sorbillo

“È ufficiale: la pizza di Napoli è una delle glorie della civiltà”: titola così il New York Times, in un articolo pubblicato sulla sua versione online, nel commentare la decisione di far rientrare la pizza come patrimonio dell’Unesco.

L'ARTICOLO DEL NEW YORK TIMES

In un lungo articolo di Jason Horowitz, una delle maggiori firme del quotidiano newyorkese, il Times parla di Napoli e della inimitabile originalità delle pizzerie partenopee, in particolare di Gino Sorbillo. “Finalmente il mondo riconosce le capacità dei pizzaioli - le parole proprio di Sorbillo - abbiamo fatto un prodotto che ha conquistato il mondo”. Pizzeria che ha visto ultimamente proprio il sindaco di New York, Bill De Blasio, tra i suoi clienti. “È un’arte, è iniziata a Napoli ed è sopravvissuta nei secoli, alle difficoltà, i terremoti, le guerre, il Vesuvio”.



L'articolo parla della genesi della decisione della commissione dell'Unesco di dare questo riconoscimento ad uno dei prodotti storici della cucina italiana, la cui nascita risale a centinaia di anni fa: non è il primo prodotto italiano ad avere questo riconoscimento, prima della pizza c'è stato lo Zibibbo siciliano e la stessa dieta mediterranea.
Mercoledì 13 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 14-12-2017 08:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME